Al momento stai visualizzando Convinzioni Limitanti (seconda parte)

Convinzioni Limitanti (seconda parte)

PENSIERI LIMITANTI… e come superarli (seconda parte)
Nella prima parte della tecnica illustrata nel post precedente, abbiamo individuato una “convinzione limitante”, cercando di disconfermarne la veridicità. 
Ok !! Ora veniamo alla seconda parte. 
Prendi la “convinzione limitante” e riformula il contenuto in modo che diventi “potenziante” Le convinzioni potenzianti producono effetti positivi sui nostri atteggiamenti ed emozioni e lavorano, internamente, per farci raggiungere obiettivi e compiere scelte migliorative per la nostra vita.
Es. “sono troppo vecchio per imparare l’inglese” diventa “non è mai troppo tardi per imparare l’inglese”, oppure “non sono abbastanza bravo per…” diventa “ho tutte le capacità per…”
Bene, ora che hai la tua “convinzione potenziante”, scrivila su carta.
desso poniti alcune domande in merito a questa nuova convinzione
– Questa convinzione è così irrealistica?
– Come ti senti fisicamente quando pensi a questa nuova convinzione?
– Come ti senti a livello emotivo con questa convinzione potenziante?
Ora mettiti in una posizione comoda, chiudi gli occhi e cerca uno stato di rilassamento
Visualizza la tua linea del tempo, fino ad arrivare al momento del tuo concepimento. Visualizza successivamente la linea del tempo dei tuoi genitori, fino al momento della loro nascita
Ancora una volta, visualizza le quattro linee dei tuoi nonni, fino ad arrivare al loro concepimento
A questo punto installa la nuova “convinzione potenziante” al momento del loro concepimento, così che possano assorbirla nella loro vita
Torna al momento in cui sei stato concepito e assorbi la nuova convinzione dai tuoi nonni e poi dai tuoi genitori; torna poi al presente con questa installazione radicata
Ti senti ora con questa convinzione potenziante installata?
Otterrai in futuro con questa nuova convinzione?
Ti vedi tra 10 anni, mantenendo questa convinzione potenziante? 
Tra 20 anni?
Ora vola e permettiti di vivere!

Lascia un commento